CORDENONS. La cucina della Pro Cordenons lascia il posto a quella di ristoratori e cantine e ai loro menù basati su prodotti tipici tradizionali a base di carne e pesce: è la novità che spicca nel programma della 23ª edizione della Festa delle zucche.

La manifestazione – la più attesa e partecipata dell’anno – si svolgerà in piazza della Vittoria tra sabato 21 e domenica 22 ottobre. Organizzata dalla Pro – assieme al Comune, al Progetto giovani, alle associazioni, alle scuole e alla parrocchia – promette anche quest’anno di essere una grande festa per famiglie e bambini dove protagonista sarà l’ortaggio principe dell’autunno, con i suoi colori e sapori. Al posto della tensostruttura che ogni anno veniva allestita dalla Pro Cordenons al centro della piazza questa volta ci saranno però gli stand dei ristoratori.

Un taglio alle spese di organizzazione, che aggiunge al programma un angolo di degustazioni enogastronomiche di livello, un punto di ritrovo dentro la festa. «Ci sono anche esercenti da fuori comune – fa notare il presidente della Pro, Celso Francescut – che offriranno un ventaglio di piatti variegato e legato al nostro territorio». Con i propri angoli di degustazione ci saranno in particolare “Gelindo dei Magredi” di Vivaro, “Borgo Titol” di Tramonti di Sopra, l’azienda agricola Salvador Bortolo per i “Produttori ittici Trevigiani” e per “Cantine e vigneti I Magredi”.

Per il resto il programma della Festa è rimasto invariato: un gran numero di hobbisti in

piazza e in via Mazzini, l’animazione per bambini, il mercatino “Scambio del libro e giocattolo” sul sagrato della chiesa, le esposizioni dei lavori delle scuole nelle vetrine dei negozi e, domenica pomeriggio, i laboratori di intaglio della zucca. (mi.bi.)

Credits: Il Messaggero Veneto – Edizione di Pordenone