Home

LA STORIA DELLA PRO CORDENONS.

L‘Associazione Pro Cordenons è nata il 23 febbraio 1999 per l’iniziativa di cinque cordenonesi che, avvertita l’opportunità, forse la necessità di coprire questa carenza della nostra comunità nel campo dell’associazionismo, in sintonia con l’Amministrazione Comunale, si sono adoperati e fatti carico di dar vita a questa iniziativa. Il Comitato promotore era costituito da Bidinost Osvaldo, Della Mora Gino, Dolcet Bruno, Sferrazza Maria e Tomasini Franco; successivamente, per ragioni organizza­tive, il gruppo si è allargato a sette con Francescut Celso e Ongaro Mario e quindi a undici con Canzian Gian Luca, Manias Claudia, Muzzatti Ubaldo e Turrin Adriano.Nel frattempo erano state formalizzate le prime cariche: presidente Della Mora Gino, vicepresidente Dolcet Bruno, segretario-tesoriere Francescut Celso, tutti gli altri consiglieri con incarichi specifici.Espletati i primi impegni formali quali: stesura dello statuto ed atto costituti­vo, il Comitato promotore si era subito preoccupato di come la Pro Cordenons avrebbe potuto inserirsi nel già ampio novero delle associazioni esistenti, oltre ottanta, senza creare squilibri o apprensioni di alcun genere in un tessuto sociale molto variegato e per molti aspetti disomogeneo e da que­sto esame era nato il primo programma che in accordo con le finalità previste dallo statuto, prevedeva la realizzazione di attività non svolte da alcuna com­pagine già operante sul territorio. Si è posta particolare attenzione a proporre eventi  che fossero innanzitutto di interesse per tutta la Comunità, che avessero attinenza con la storia, le tradizioni, il territorio, l’economia, l’ambiente, la ricerca, la cultura e la lingua locale; si è cercato di dare ai programmi un giusto equilibrio tra le manifestazioni più propriamente popolari e le attività di carattere culturale o comunque più impegnativo. Il Comitato promotore ha cercato subito di avviare un percorso di collaborazione con tutte le associazioni offrendo la propria disponibilità e le proprie risorse per quanto riguarda gli adempimenti di natura formale e burocratica quali istanze, autorizzazioni e documentazioni varie che vengono richieste per manifestazioni, sagre o feste pubbliche. Ha dato la propria collaborazione con la partecipazione diretta ad alcune di queste manifestazioni con proprio per­sonale e mezzi; ha chiesto collaborazione a molte associazioni per le manife­stazioni promosse dalla Pro Cordenons. La risposta è stata positiva da parte di tutti e le relazioni con gran parte delle realtà associative sono state e sono sicuramente buone anche perché improntate nel massi­mo rispetto delle pro­prie autonomie. In questo modo è stato possibile diven­tare operativi nel vol­gere di poche setti­mane esordendo con la partecipazione alla festa del Palo di Maggio e subito dopo alla prima edizione del Ballo delle Debuttanti, manifestazioni promosse dai Commercianti del paese. Da allora la Pro Cordenons è stata continuamente impegnata nell’organizzare, realizza­re, coordinare e collaborare in tante attività ed eventi di diversa natura e peso che sarebbe quasi impossibile ed anche tedioso enumerare; ma non si può non ricordare le tappe più importanti del percorso fin qui svolto, i fatti che dovrebbero caratterizzare, in modo particolare, la pur breve storia della prò loco di Cordenons.Avendo particolarmente a cuore la storia locale, la lin­gua (il folpo) e le tradizioni, il nostro sodalizio ha pro­mosso ed organizzato diverse manifestazioni su questi temi quali: la realizzazione formale e pratica delle Contrade, le serate nei “curtifs”, sempre seguite da un pubblico vasto ed entusiasta, ma soprattutto lo studio, la ricerca e la realizzazione del “costume tradizionale cordenonese” fatto in collaborazione col maestro Mario Ongaro e col Circolo Anziani autogestito. Il costume è stato anche rece­pito in modo formale dall’Amministrazione Comunale ed è quindi divenuto il costume tradizionale ufficiale di Cordenons. Grande è l’entusiasmo suscitato tanto che il Circolo Anziani ha già costituito il “Gruppo di costume” e molti cordenonesi se lo costruiscono privatamente. Dal dicembre del 2001 la Pro Cordenons è retta da un Consiglio di 15 persone elette dall’Assemblea generale dei soci (allora circa 350 iscritti) e precisamente: Della Mora Gino presidente, Dolcet Bruno vicepresidente, Francescut Celso tesoriere, Caporale Giovanni segretario, consiglieri con incarichi specifici Alzetta Vera, Bidinost Osvaldo, Bidinost Silvia, Ciot Luigi, Del Pup Rino, Orso Carlo, Piva Italo, Scian Luigi, Sferrazza Maria, Terzariol Marilena e Zanussi Paola. Inoltre dal Collegio dei
Revisori dei conti: Dinucci Ottaviano, Querin Carlo e Puiatti Ivano e dal Collegio dei Probi Viri: De Anna Giacinto, Candotti Lucio e Pollini Antonio. Con l’inizio del 2002 si è formato il Gruppo Giovani della Pro Cordenons che ha dato un notevole impulso alle atti­vità della nostra associazione in particolare per quelle più mirate a pubblici giovanili. La Pro Cordenons è l’associazione che in sintonia con l’Amministrazione comunale e con altri enti preposti, opera sul territorio per la crescita socio-culturale di tutta la popo­lazione, è quindi un bene di tutti ed ognuno, nei limiti dei propri impegni e possibilità dovrebbe dedicarle un po’ di tempo e di attenzione; è anche questo un modo per miglio­rare se stessi e di dare, al contempo, il proprio contributo per elevare la qualità della vita della nostra comunità.